Finanziamenti per acquisto immobili all’asta

anche per segnalati e senza verifica reddituale

Siamo operativi in tutta Italia

Variazione catastale: quando è obbligatoria

La variazione catastale è un adempimento obbligatorio che serve ad aggiornare la planimetria catastale. In questa breve guida ti spiegherò quando è necessaria, come va presentata e quanto costa. Quando finirai di leggere non avrai più dubbi, promesso!

Cosa significa variazione catastale

La variazione catastale è un documento ufficiale con cui comunichi le modifiche che hai effettuato al tuo immobile. Se ti stai domandando a chi spetta la variazione catastale, devi sapere che si tratta di un tuo onere, ma è sempre un professionista del settore ad avviare la pratica e ad inviarla all’Agenzia delle Entrate sezione Territorio (ex catasto).

Mutui per non bancabili anche per liquidità

Siamo operativi in tutta Italia

Solitamente le modifiche vengono apportate tramite procedura informatica chiamata DOCFA. Per questa ragione, a volte infatti si parla proprio di variazione catastale DOCFA.

I dati che puoi modificare sono praticamente tutti quelli che trovi in visura catastale o nella planimetria catastale: la planimetria, gli identificativi catastali, la toponomastica, i titolari del bene, etc.

Acquistiamo e vendiamo immobili

Operativi in tutta Italia

Dilazioniamo agli acquirenti il pagamento

senza mutuo fino a 30 anni

Quando è necessaria la variazione catastale?

Qualsiasi modifica sopravvenuta in un immobile dev’essere comunicata agli uffici dell’Agenzia del Territorio (Catasto). Le ipotesi più frequenti in cui c’è l’obbligo di variazione catastale sono quelle della ristrutturazione di un appartamento e dell’ampliamento di una casa, ma è sufficiente qualsiasi altra modifica che potrebbe alterare anche un solo dato catastale.

Entro 30 giorni dalla fine dei lavori di un intervento edilizio, è obbligatorio procedere con la variazione catastale dell’immobile. In caso di inadempimento l’Agenzia del Territorio applicherà una sanzione.

Ecco alcuni casi che rendono necessaria la variazione DOCFA:

  • Modifiche interne di un appartamento
  • Divisione o fusione di due unità immobiliari
  • Cambio di destinazione d’uso (ad esempio da negozio ad abitazione o viceversa)
  • Modifica della toponomastica come indirizzo, nome del proprietario o altri dati presenti nella visura
  • Ottenimento della conformità catastale, ad esempio prima del rogito del notaio in caso di vendita
  • Ampliamento.

In poche parole devi procedere con la variazione catastale tutte le volte che il tuo immobile risulta avere difformità di toponomastica o difformità planimetriche, oppure quando è soggetto alla variazione della sua rendita.

Pubblica il tuo annuncio
vendi il tuo immobile

Finanziamo il tuo acquirente in 30 anni

Siamo operativi in tutta Italia

Se sei intenzionato ad apportare delle modifiche alla tua casa, devi sapere che la variazione catastale è uno dei documenti principali per chiudere correttamente il tuo iter burocratico. Quando il professionista a cui ti sei affidato consegna il fine lavori, dovrà anche allegare la ricevuta di avvenuta denuncia di variazione.

Come viene effettuata la pratica

La pratica di variazione catastale viene redatta da un tecnico abilitato e si può trattare di un geometra, un architetto o un ingegnere. Dopo che il professionista ha rilevato lo stato di fatto, attiva la procedura DOCFA.

Il sistema di aggiornamento catastale prevede l’utilizzo di un software elaborato dall’Agenzia delle Entrate, denominato DOCFA. Il tuo tecnico di fiducia dovrà inviare telematicamente il modulo compilato e la planimetria catastale aggiornata, in base alle modifiche che eseguite.

Avviare la pratica è importante per due motivi:

  • Mantenere correttamente aggiornati tutti i dati catastali presenti nell’archivio;
  • Per qualsiasi difformità il responsabile sei tu.

I tempi della variazione catastale dipendono dal professionista e dall’ufficio catastale.

La durata della pratica DOCFA dipende in primis da quanto tempo impiega il tuo professionista ad elaborarla, dopo bisognerà aspettare i tempi dell’ufficio dell’Agenzia delle Entrate. Solitamente dal momento dell’invio della denuncia di variazione catastale passa qualche giorno per conoscere l’esito della pratica.

Quanto costa una variazione catastale

La spesa che dovrai affrontare per la variazione DOCFA dipende dal tuo professionista. Gli unici costi fissi saranno gli oneri catastali che solitamente ammontano a 50€ per ogni unità immobiliare. In alcuni casi particolari, come ad esempio per gli immobili in categoria D/10, gli oneri catastali da pagare arrivano invece a 100€.

Dal 1 Luglio 2010 è obbligatorio che un immobile in sede di compravendita sia conforme alla planimetria catastale. Per questa ragione le pratiche di variazione DOCFA sono diventate molto più frequenti negli ultimi anni e spesso sono una prassi necessaria per tutelarsi in caso di compravendita immobiliare.

Se ti trovi di fronte ad una della situazione sopraelencate o non sai bene se il tuo caso rientra tra quelli in cui è necessaria la variazione catastale, scrivi un commento qui sotto oppure contattami. Ti aiuterò con piacere!

Mutui anche per liquidità

Siamo operativi in tutta Italia

Immagine di copertina di Jannoon028 – Freepik.com

Source

“https://www.sosgeometra.com/2017/01/11/variazione-catastale/”

Pubblichiamo solo i migliori articoli della rete. Clicca qui per visitare il sito di provenienza. SITE: the best of the best ⭐⭐⭐⭐⭐
Clicca qui

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo. Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

Prestiti personali – delibera immediata

Siamo operativi in tutta Italia

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: